Il Sacro Cuore di Gesù
una festa da riscoprire

News > Archivio > Appuntamenti > Il Sacro Cuore di Gesù
una festa da riscoprire
18 06 2020

Buona sera! Un saluto cordiale a tutte le persone della nostra Comunità Pastorale e quanti ci seguono in questo momento.
Benvenuti all’appuntamento della buona notte con le famiglie.

Siamo la famiglia Confalonieri e siamo Davide e Lorenzo, i figli; Roberta e Walter, i genitori.

Anche questa sera ci salutiamo con un momento di ascolto del Vangelo di domani.
Iniziamo la nostra preghiera, invocando Dio. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito santo. Amen.

Chiediamo per tutti il dono dello Spirito dell’ascolto :
Dio nostro Padre,
che hai promesso di stabilire la tua dimora
in quanti ascoltano la tua parola e la mettono in pratica,
manda il tuo Spirito,
perché richiami al nostro cuore
tutto quello che il Cristo ha fatto e insegnato,
e ci renda capaci di amarci gli uni gli altri
come lui ci ha amati.

 Ecco ora la parola della “buona notizia” di domani:

Dal Vangelo secondo Matteo (Mt 11, 25-30)

In quel tempo il Signore Gesù disse: «Ti rendo lode, Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così hai deciso nella tua benevolenza. Tutto è stato dato a me dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio vorrà rivelarlo. Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e “troverete ristoro per la vostra vita”. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero».
Parola del Signore.

Domani con la Chiesa celebriamo la festa del Sacro Cuore di Gesù.  In un passato non molto lontano, era una festa molto sentita e partecipata. Noi uomini e donne di questo tempo, forse, abbiamo una sensibilità un po’ diversa rispetto alla devozione del passato.
È perciò una festa da riscoprire. In questo, ci vengono incontro la ricchezza della narrazione biblica sia dell’Antico che del nuovo Testamento attorno al tema “cuore”.

Nella nostra preghiera serale, essere in ascolto del Vangelo di domani è molto significativo a proposito del Cuore di Gesù.

Parlare del cuore di Gesù è alzare il velo sulla sua umanità autentica, abitata da un cuore capace di sentimenti, compassione, bontà, misericordia, amicizia, speranza, affidamento, …accoglienza, forza, passione per la verità, pieno di amore gratuito, visitato da profondi sentimenti di figlio verso il Padre e di fratello verso tutta l’umanità…

Il Vangelo ci narra di un cuore

  • pronto all’esultanza e alla lode,
  • abitato e guidato dallo Spirito dell’amore,
  • cresciuto nell’adesione alla piccolezza, cioè alla libertà di accogliere tutto e tutti.

È lui, Gesù, il primo e vero “piccolo” a cui il Padre ha manifestato il suo mondo e la sua via.
esù riconosce che quello che è e che ha è dono: tutto ha ricevuto dal Padre. E vive di dono e di gratitudine.
Per questo, è un cuore che può invitare a sé i nostri cuori, è un cuore da cui lasciarci attirare senza timore. Lui è un cuore mite e umile.

Gesù si svela a noi, si racconta, si consegna senza timore nella trasparenza a noi essere umani

  • che potremo approfittare della sua mitezza,
  • che potremo calpestare la sua umiltà,
  • che potremo riversare su di lui tutto l’abisso di rivalità, inimicizia, malvagità, prepotenza che cova nei nostri cuori.

Venite a me e io vi darò ristoro, venite e troverete il dono della pace e del riposo. Venite ad abitare nel mio cuore. Non temete, il mio giogo è leggero…Grazie, Signore Gesù!

 

Questa notte possiamo davvero riposare nel cuore mite e umile di Gesù. Possiamo scambiarci qualche parola a proposito dell’esperienza che abbiamo del nostro cuore e del cuore degli altri e stupirci di quanto potremo scoprire a proposito del cuore di Gesù.

E ora, con il cuore dei figli e dei fratelli, diciamo insieme: (utilizzando la nuova versione della CEI)

Padre nostro che sei nei cieli,
sia santificato il tuo nome,
10 venga il tuo regno,
sia fatta la tua volontà,
come in cielo così in terra.
11 Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
12 e rimetti a noi i nostri debiti
come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori,
13 e non abbandonarci alla tentazione,
ma liberaci dal male. Amen.

Ci salutiamo, nel Signore. Buona notte a tutte le famiglie e a tutti gli amici


CONDIVIDI!