Siamo come nell’arca di Noè
in attesa che cessi il diluvio

News > Liturgia e Sacramenti > Quaresima 2020 > Siamo come nell’arca di Noè
in attesa che cessi il diluvio
24 03 2020

È toccato a mamma Federica e a papà Daniele, con i figli Giovanni e Francesco, dare la buona notte alla nostra comunità pastorale ieri sera, lunedì 23 marzo. 

Dopo la preghiera con il Salmo 34Benedirò il Signore in ogni tempo, sulla mia bocca sempre la sua lode … Ho cercato il Signore:  mi ha risposto e da ogni paura mi ha liberato…” la riflessione ha sottolineato come l’esperienza di queste settimane interroghi tutti e ci ricordi della necessità di prenderci cura gli uni degli altri.

La lettura del salmo, sottolinea papà Daniele, ci ha fatto pensare ai tanti drappi appesi sui balconi e dalle finestre delle nostre case con variopinti arcobaleni. Ci è venuta in mente l’Arca di Noe, perché noi questo in periodo di quarantena, circondati da tutti ciò che accade fuori di preoccupante ci sentiamo come Noe e tutti gli animali chiusi nell’arca, accompagnati dal Signore anche nei momenti più difficili. È per noi segno di speranza che presto ci attenderà la terra ferma e un arcobaleno, segno del Signore e di una nuova alleanza.

E con questa certezza nel cuore Giovanni e Francesco hanno augurato la buona notte ai compagni di scuola, ai nonni e a tutta la comunità.


CONDIVIDI!