Da oggi cambiano
Gloria, Padre Nostro e Confiteor

News > Archivio > Approfondimenti > Da oggi cambiano
Gloria, Padre Nostro e Confiteor
06 11 2020

Cambiano dalla S. Messa vigiliare di oggi alcuni passi del Rito della Messa. Non viene stravolto il messale, ma solo alcune parti. Per noi fedeli ci saranno solo delle piccole variazioni nel Gloria, nel Padre Nostro e nel Confiteor. Altri passi riguardano solo il celebrante.

Ma cosa succede e perché? Il 4 aprile 2021, giorno di Pasqua, entrerà in vigore la terza edizione del Messale romano, che va a toccare in alcuni passaggi lo stesso Rito della messa con il popolo. Poiché questi mutamenti entreranno anche nell’edizione del Messale ambrosiano che è ancora in preparazione, è parso bene anticipare anche per le comunità di Rito ambrosiano la pubblicazione del Rito della Messa con il popolo e l’Appendice con le preghiere eucaristiche della Riconciliazione e «per varie necessità» .

Le “novità” per l’assemblea dei fedeli sono le parole che vedete in rosso: 

Nel Confesso a Dio onnipotente… Confesso a Dio onnipotente e a voi, fratelli e sorelle,
che ho molto peccato in pensieri, parole, opere e omissioni,
per mia colpa, mia colpa, mia grandissima colpa.
E supplico la beata sempre vergine Maria,
gli angeli, i santi e voi, fratelli e sorelle,
di pregare per me il Signore Dio nostro. 

Nel Gloria
Gloria a Dio nell’alto dei cieli
e pace in terra agli uomini amati dal Signore. Noi ti lodiamo, ti benediciamo,
ti adoriamo, ti glorifichiamo,
ti rendiamo grazie per la tua gloria immensa, Signore Dio, Re del cielo, Dio Padre onnipotente.
Signore, Figlio unigenito, Gesù Cristo, Signore Dio, Agnello di Dio, Figlio del Padre;
tu che togli i peccati del mondo, abbi pietà di noi;
tu che togli i peccati del mondo, accogli la nostra supplica;
tu che siedi alla destra del Padre, abbi pietà di noi.
Perché tu solo il Santo, tu solo il Signore, tu solo l’Altissimo:
Gesù Cristo, con lo Spirito Santo
nella gloria di Dio Padre.Amen. 

Nel Padre nostro
Padre nostro, che sei nei cieli,
sia santificato il tuo nome,
venga il tuo regno,
sia fatta la tua volontà,
come in cielo così in terra.
Dacci oggi il nostro pane quotidiano,
e rimetti a noi i nostri debiti
come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori,
e non abbandonarci alla tentazione,
ma liberaci dal male. 

Beati gli invitati
Cambia il testo che ascolteremo dal celebrante: Ecco l’Agnello di Dio, ecco colui che toglie i peccati del mondo. Beati gli invitati alla Cena dell’Agnello. 

Ci sono altri cambiamenti, ma sono nei testi che recita il celebrante. Li scopriremo un po’ alla volta. 

Trovate gli approfondimenti su questa pagina del sito della Diocesi 


CONDIVIDI!