Una preghiera in famiglia
al termine della domenica

News > Liturgia e Sacramenti > Altre celebrazioni > Una preghiera in famiglia
al termine della domenica
03 05 2020

Don Pino ci propone, come sempre, di concludere il giorno del Signore, la domenica, con una preghiera in famiglia che ci aiuti a fare memoria e a riflettere sulla parola che abbiamo ascoltato oggi nel Vangelo: Gesù il Buon Pastore che “su pascoli erbosi ci fa riposare, ad acque tranquille ci conduce…”.

In questa chiave ci guida nella riflessione: un affidamento a Gesù, pastore buono che dà la sua vita per le pecore, un pensiero per ricordare i pastori che abbiamo incontrato e hanno lasciato una traccia nella nostra vita, e un pensiero sulle greggi delle quali abbiamo fatto parte.

 Ma ecco la guida che possiamo seguire questa sera:

  1. Nel nome del Padre… – introduce e invita alla preghiera

Memoria della Parola ascoltata

L1 Non è giusto che noi lasciamo da parte la parola di Dio per servire alle mense.

L2 cercate fra voi sette uomini di buona reputazione, pieni di Spirito e di sapienza, ai quali affideremo questo incarico. Noi, invece, ci dedicheremo alla preghiera e al servizio della Parola

L3 Io sono il buon pastore, conosco le mie pecore e le mie pecore conoscono me, così come il Padre conosce me e io conosco il Padre, e do la mia vita per le pecore.

(breve silenzio per accogliere in noi questa testimonianza)

 Ci affidiamo a Gesù, il pastore buono che dà la sua vita

(cfr. SALMO 23) (come sottofondo possiamo ascoltare un canto che ha questo tema o cantare noi stessi un canto adatto)

  1. Tu, Gesù, sei il nostro pastore:
    con te non ci manca nulla di essenziale alla vita.
    Su pascoli erbosi ci fai riposare,
    ad acque tranquille ci conduce.
    G. Ci guidi per il giusto cammino
    a motivo del suo nome.
    Anche se camminiamo per una valle oscura,
    tu sei con ciascuno di noi.

    La tua bontà e la tua fedeltà ci accompagnano
    tutti i giorni della mia vita,

         Abiteremo ancora nella tua casa, Signore,
per lunghi giorni.

Memoria dei “pastori” incontrati nella nostra vita

Come sottofondo, possiamo ascoltare o cantare un ritornello di Taizé: Vieni, Spirito creatore opp Veni sancte Spiritus (o un altro canto allo Spirito)

In momento di breve ascolto personale scriviamo su un post.it i nomi di coloro che sono stati e sono pastori, cioè guide, riferimenti importanti nel nostro cammino.

Pensiamo anche alle esperienze dei vari greggi che abbiamo incontrato e stiamo incontrando.

Possiamo condividere questi nomi, ricordare queste persone, magari di qualcuno raccontare qualche caratteristica…

Perché non ci hai fatto mancare i pastori                                                       Grazie, Signore!
Per gli insegnamenti che ci hanno trasmesso                                                Grazie, Signore!
Perché attraverso di loro spesso abbiamo sperimentato la tua guida       Grazie, Signore!
Per la vita bella e buona che è cresciuta in noi                           Grazie, Signore!

 

Memoria delle “greggi” di cui abbiamo fatto parte

Possiamo raccontarci che cosa hanno rappresentato e rappresentano per noi l’esperienza dei vari greggi a cui abbiamo partecipato (e stiamo partecipando)

Per il dono del/della… (famiglia, scuola materna, classe elementare, squadra…)    Benedetto sei tu, Signore!
Per le relazioni di vita che ci hanno fatto crescere                Benedetto sei tu, Signore!
Per le gioie e per le fatiche nella vita del gregge                  Benedetto sei tu, Signore!
Per l’incontro e la condivisione delle nostre diversità          Benedetto sei tu, Signore!
Per il desiderio e il bisogno di riprendere a stare insieme     Benedetto sei tu, Signore!

 

Benedizione dei figli e benedizione dei genitori

 Ora, nel piccolo gregge della nostra famiglia, che ci ha sostenuto e ci sta sostenendo in questo lungo tempo di epidemia, invochiamo gli uni per gli altri la benedizione del Signore.

I genitori verso i figli (mettendo la mano sul loro capo)

Il Signore ti [vi] custodisca,
ti [vi] faccia crescere nel suo amore
perché tu viva [viviate] in maniera degna
della tua [vostra] chiamata alla vita.
Amen.

 I figli verso i genitori (mettendo la mano sul loro capo)

Grazie per il vostro servizio di “pastori” nella nostra vita!
Il Signore vi doni la sua pace
il Signore vi dia sostegno e consolazione,
il Signore vi riempia della sua benedizione e del suo amore.

 Amen. 

  1. Nello Spirito di Gesù risorto, tenendoci per meno, diciamo al Padre:

Padre nostro…

Buona nuova settimana, in preparazione alla fase 2. Buona cena, buona serata.

 

 


CONDIVIDI!