Questa sera contempliamo
Gesù che risorge da morte

News > Liturgia e Sacramenti > Altre celebrazioni > Questa sera contempliamo
Gesù che risorge da morte
18 05 2020

“Benvenuti alla Buona notte del mese di maggio, buona sera a tutti”! Ci saluta così Giacomo aprendo il collegamento per la preghiera in famiglia al momento di concludere una giornata di lavoro. Gli fanno eco la moglie Antonella e il figlio Marco.

Viviamo insieme con Maria la preghiera nelle nostre famiglie.

O Dio, vieni a salvarmi.
Signore, vieni presto in mio aiuto.
Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito Santo…

Ci guida anche stasera un invito alle famiglie da parte di San Giovanni Paolo II:

Il Rosario è da sempre preghiera della famiglia e per la famiglia.

La famiglia che prega unita, resta unita. Il Santo Rosario si presta ad essere preghiera in cui la famiglia si ritrova. I singoli membri di essa, proprio gettando lo sguardo su Gesù, recuperano anche la capacità di guardarsi sempre nuovamente negli occhi, per comunicare, per solidarizzare, per perdonarsi scambievolmente, per ripartire con un patto di amore rinnovato dallo Spirito di Dio.

Riprendere a recitare il Rosario in famiglia significa immettere nella vita quotidiana le immagini del mistero che salva: l’immagine del Redentore, l’immagine della sua Madre Santissima. La famiglia che recita insieme il Rosario riproduce un po’ il clima della casa di Nazareth: si pone Gesù al centro, si condividono con lui gioie e dolori, si mettono nelle sue mani bisogni e progetti, si attingono da lui la speranza e la forza per il cammino.

Questa sera:
Contempliamo Gesù che risorge da morte

 Dal Vangelo di Marco (16,1-7)

1 Passato il sabato, Maria di Màgdala, Maria madre di Giacomo e Salome comprarono oli aromatici per andare a ungerlo. 2 Di buon mattino, il primo giorno della settimana, vennero al sepolcro al levare del sole. 3 Dicevano tra loro: “Chi ci farà rotolare via la pietra dall’ingresso del sepolcro?”. 4 Alzando lo sguardo, osservarono che la pietra era già stata fatta rotolare, benché fosse molto grande. 5 Entrate nel sepolcro, videro un giovane, seduto sulla destra, vestito d’una veste bianca, ed ebbero paura. 6 Ma egli disse loro: “Non abbiate paura! Voi cercate Gesù Nazareno, il crocifisso. È risorto, non è qui. Ecco il luogo dove l’avevano posto. 7 Ma andate, dite ai suoi discepoli e a Pietro: “Egli vi precede in Galilea. Là lo vedrete, come vi ha detto”.

(breve silenzio per interiorizzare la parola del Vangelo)

 L1     Padre nostro che sei nei cieli
sia santificato il Tuo nome
venga il Tuo Regno
sia fatta la Tua volontà
come in cielo così in terra.

L2     Dacci oggi il nostro pane quotidiano
rimetti a noi i nostri debiti
come noi li rimettiamo ai nostri debitori
e non ci indurre in tentazione ma liberaci dal male. Amen.

Ave: solo la prima parte

Ave Maria,
piena di grazia,
il Signore è con te.
Tu sei benedetta fra le donne
e benedetto è il frutto del Tuo seno,  Gesù,

  1. Che il Padre ha risuscitato da morte
  2. Crocifisso Risorto per noi
  3. Annunciato dall’angelo alle donne
  4. Che precedi e attendi i tuoi amici in Galilea
  5. Che ti fai incontrare sulla strade della vita
  6. Che compi la promessa di Dio per l’umanità
  7. Che nella tua risurrezione ci sveli il volto del Padre
  8. che ti fai riconoscere nelle ferite dell’amore
  9. che ci attiri nella potenza della tua vita risorta
  10. che ci vuoi testimoni della tua risurrezione per la vita del mondo

(dopo la decima Ave Maria)

Insieme:
Santa Maria, Madre di Dio, prega per noi peccatori, adesso e nell’ora della nostra morte. Amen.

Insieme: Gloria al Padre e al Figlio e allo Spirito santo…

Conclusione:
Signore Gesù, infondi nei nostri cuori la gioia della risurrezione, perché possiamo, ascoltando la tua parola, incontrarti risorto e vivo nella comunità dei fratelli e testimoniarti nel cammino di ogni giorno. Amen.

Buona notte a tutti e buon mese di maggio alle nostre famiglie!

 


CONDIVIDI!