Bruno Segre ai Vespri di Quaresima

News > Liturgia e Sacramenti > Altre celebrazioni > Bruno Segre ai Vespri di Quaresima
11 03 2016

(a cura di Lidia B.) "Spero nel Signore e aspetto sulla sua parola": queste sono le parole che ci hanno introdotto al terzo appuntamento dei vespri musicali  quaresimali, avvolti dalla musica di Bach suonata all'organo dal maestro Alessandro La Ciacera.

Questa sera la riflessione è stata proposta da Bruno Segre, storico e saggista, membro della comunità ebraica di Milano.

Abramo è la presenza di Dio in tutti i popoli e i nomi stessi di Abramo e della moglie Sara sono segni della Sua benedizione. Il monoteismo biblico insegna ad uscire dalla ristrettezza della propria tribù. L'unità di Dio si manifesta nell'infinita ricchezza della creazione, nell'illimitatezza della diversità.

Le tre religioni di Abramo, ebraismo cristianesimo e islamismo, hanno sviluppato situazioni di apertura e di chiusura e in riferimento al sapere teologico ognuna ha il suo discorso etico, politico ed economico . Le tre culture, riscoprendo il bisogno di giustizia di Abramo, potrebbero insegnare al mondo proprio la giustizia comune e l'alleanza della speranza per il futuro che incomincia oggi, incomincia dentro di noi e che ha per protagonisti tutti noi.

Bruno Segre ha contestualizzato questi temi nelle problematiche attuali: gli stranieri, l'economia di mercato, la globalizzazione,la disparità tra nord e sud del mondo, le violenze tribali, la disoccupazione giovanile, la criminalità organizzata.
Per leggere il testo integrale di Bruno Segre clicca qui

Il coro della comunità pastorale ha concluso l'incontro con il canto

Il quarto ed ultimo appuntamento con i vespri musicali è per venerdì 18 marzo con Yahya Pallavicini, vicepresidente della Co.Re.Is (Comunità Religiosa Islamica) e imam della moschea Al-Wahid di Milano.


CONDIVIDI!