8 settembre: il saluto di Scola
9 settembre: si insedia Delpini

News > Archivio > Appuntamenti > 8 settembre: il saluto di Scola
9 settembre: si insedia Delpini
20 08 2017

Il card. Angelo Scola, dopo sei anni di guida della Diocesi Ambrosiana, venerdì 8 settembre concluderà di fatto il suo mandato presiedendo alle ore 21 in Duomo il Pontificale nella Solennità della Natività della Beata Vergine Maria. Sarà l’occasione perché tutta la Chiesa ambrosiana gli si stringa in un abbraccio per esprimergli la propria gratitudine per il suo episcopato alla guida della Diocesi.

Il giorno successivo, sabato 9 settembre, sempre in Duomo, con un celebrazione alle 9 del mattino prenderà possesso canonico della Diocesi il nuovo Arcivescovo, mons. Mario Delpini, già vicario generale in questi ultimi sei anni, e nominato arcivescovo da Papa Francesco.

Da quel momento mons. Delpini sarà a tutti gli effetti nostro Arcivescovo e terminerà così il mandato di Amministratore apostolico del cardinale Angelo Scola.

A partire da quel sabato, in ogni celebrazione eucaristica si ricorderà il nome del “vescovo Mario”.

L’arcivescovo Mario Delpini ha già deciso di confermare nello stesso giorno e fino alla conclusione del loro mandato il Consiglio Presbiterale e il Consiglio Pastorale e per un anno i Vicari di Zona e di Settore.

Secondo la volontà del nuovo Arcivescovo, l’ingresso ufficiale in Diocesi si svolgerà, secondo la tradizione, il giorno 24 settembre, vigilia della Solennità di Sant’Anatalo e di tutti Santi vescovi milanesi, con la tappa a Sant’Eustorgio alle ore 16 e l’ingresso in Duomo alle ore 17.

Lasciata la guida della Diocesi il cardinale Scola risiederà poi nella casa canonica di Imberido (Oggiono, Lc) vicino al suo paese natale, Malgrate.

A coloro che intendono esprimergli riconoscenza con un segno concreto, anche in continuità con la destinazione di tutte le offerte che sono state raccolte durante la Visita pastorale feriale, il cardinale Scola invita a contribuire a «Diamo lavoro», la terza fase del Fondo Famiglia Lavoro a favore di coloro che hanno perso l’occupazione.


CONDIVIDI!