Quando pensi a te,
pensa anche un po’ per me

News > Carità > Quando pensi a te,
pensa anche un po’ per me
06 05 2020

Inutile girarci attorno. Siamo in un’economia di guerra. E malgrado i latrati di quanti tentano di seppellire le grida di dolore, Milano è una città che soffre: a causa dell’epidemia di Covid-19 e delle misure di quarantena per tentare di ostacolare il contagio, molte famiglie si sono trovate prive di un guadagno e dei mezzi di sostentamento.

Per questo l’Associazione Milano Positiva ha deciso di fare qualcosa di concreto e di immediato. Una raccolta di cibo, una colletta alimentare attraverso il supermercato Unes di Via Emilio De Marchi  a Milano. Da  oggi, mercoledì 6 maggio, chiunque lo vorrà potrà, mentre fa la spesa, donare del cibo a chi all’improvviso ha il piatto vuoto. E non riesce a mettere insieme il pranzo con la cena. Un gesto semplice e concreto: “quando pensi a te, pensa anche un po’ per me”. 

Presso il supermercato troverete dei carrelli in cui depositare il cibo per chi non ne ha. Chi può, doni a chi non ha. E chi non ha beneficerà di un atto di solidarietà concreto e anonimo allo stesso tempo.

Il cibo verrà portato nelle due parrocchie di Santa Maria Goretti e di San Martino in Greco, dove si provvederà a smistare il cibo a chi ne ha bisogno. Un piccolo segnale di attenzione. Un simbolo di quello che questi tempi oscuri c’insegnano. La solidarietà non va in vacanza, perché la sofferenza non va in vacanza. Anzi: oggi è salita alla ribalta proprio quando avevamo pensato di averla quasi eliminata. 

Un po’ di pane, pasta, olio. Quello che serve per ricominciare in modo nuovo. Il mondo in questi due mesi è cambiato. È cambiata la percezione della vita. È bastato un virus letale e invisibile a ricordarci quanto piccolo sia l’uomo davanti al creato.


CONDIVIDI!