Dialoghi di Vita Buona su Migranti, paure e soluzioni

News > Archivio > Appuntamenti > Dialoghi di Vita Buona su Migranti, paure e soluzioni
13 05 2016
Questa sera, lunedì 23 maggio, alle 20.30 al Piccolo Teatro Studio Melato (in via Rivoli, 6) terza serata del ciclo “Dialoghi di Vita buona”, ciclo voluto dal cardinale Angelo Scola e dal filosofo Massimo Cacciari. Il titolo di questo terzo appuntamento è assolutamente attuale: “Migranti: paure e soluzioni”. 
 
Si partirà dalle storie di giovani immigrati e dai dati del Rapporto Giovani. Spazio poi agli interventi di Mario Morcone (Ministero dell’Interno), Riccardo Redaelli (Università cattolica) e il libanese Antoine Messarra (coordinatore del Master in relazioni islamo-cristiane all’Università Saint-Joseph di Beirut).
 
Allarmanti, a questo proposito, i dati della ricerca compiuta dall'Istituto Toniolo che ha preparato il Rapporto Giovani dal quale risulta che i giovani europei (fra i 18 e i 34 anni) sono «diffidenti» o addirittura «ostili» nei confronti degli immigrati. Pensano che nelle nostre città ne arrivino «troppi», ma al tempo stesso sono in qualche modo disposti all’accoglienza.
Nel rapporto viene evidenziato anche che i giovani italiani sono più chiusi e diffidenti rispetto ai coetanei di Spagna, Regno Unito, Germania e Francia. 
 
I dati, così come sono stati pubblicati ieri mattina dal Corriere della Sera, indicano che il 55,4% considera che gli immigrati presenti nelle loro città siano «troppi», percentuale che sale addirittura a 70 intervistando gli italiani.
 
L’atteggiamento verso lo «straniero»? Gli europei sono al 42% diffidenti, il 15 ostili e la stessa percentuale (17%) sceglie l’aggettivo «indifferente» e «amichevole». Restringendo l’analisi ai Millennial di casa nostra, l’ostilità sale al 18,2 cui si aggiunge il 39,7 di diffidenti, ma anche un 23,6 di amichevoli. L’indagine è stata condotta nei mesi di maggio e giugno 2015, in piena emergenza sbarchi e – a sorpresa – il 64% degli italiani si dichiara in qualche modo accogliente: il 24% pensa che «dovremmo accogliere tutti gli immigrati», il 40% «solo i profughi», mentre il 30% vorrebbe «rimpatriare tutti».
 
Questa sera seguiremo la discussione.
 
Ingresso gratuito fino a esaurimento posti. Per tutte le informazioni clicca QUI

CONDIVIDI!