Milano tra 20 anni?
I giovani la vedono così

News > Archivio > Appuntamenti > Milano tra 20 anni?
I giovani la vedono così
02 10 2017

Questo pomeriggio, martedì 3 ottobre,  alle 18 nella sala Alessi del Comune, in piazza Scala, vengono presentati i tre video vincitori del concorso “Il futuro di Milano” lanciato la scorsa primavera dalla Fondazione Ente dello Spettacolo in collaborazione con Giardini d’Inverno e China Investment.

Gli obiettivi? Partendo dal presupposto che Milano è una città in mano ai giovani, una città in cui vale la pena di esserci, è stata lanciata dagli organizzatori una sfida ai giovani registi di qualsiasi provenienza: raccontare come i giovani immaginano Milano tra vent’anni. Come la vorrebbero? Cosa c’è di troppo e cosa manca in questa metropoli? Sfida nella sfida: durata massima dal racconto tra i 30 e i 90 secondi!

Hanno risposto in tanti e la giuria guidata da Maria Grazia Cucinotta, dopo una prima selezione che ha ridotto a 19 i video in concorso, durante il Festival del Cinema di Venezia  ha proclamato  i primi tre  classificati che verranno presentati questa sera appunto.

Il vincitore“Tutti gli altri colori” – scritto da Susanna Rizzi e diretto da Riccardo Petrillo, con un messaggio semplice esprime al meglio le potenzialità dell’integrazione attraverso l’uso dei colori “altri” dal nero e dal bianco. Rimanda a una città multiculturale, sfruttando anche un rapido accenno al Refettorio Ambrosiano. Ecco il video:

Il secondo classificato – “Jacqueline” – realizzato da Fulvo testarde, Andrea Angaroni e Francesco Gori, ha trovato una formula ben riuscita per raccontare Milano tra il presente  e il futuro. Lo vedete qui sotto.

Nel terzo classificato – “Milan. Signs of changes”, Milano segni di cambiamenti – diretto da Richard Duckett, il riferimento e Milano tra vent’anni è più esplicito e diretto e la visione del futuro .- scrive la giuria – è “tematizzata con coerenza”. Vi presentiamo anche questo:


CONDIVIDI!