Considerazioni di una parrocchiana

News > Archivio > Cronaca > Considerazioni di una parrocchiana
21 06 2017

Incontro dei Gedeoni e dei Benefattori con Mons. Erminio De Scalzi

(a cura di Bianca A.)
La sera del 14 giugno abbiamo incontrato, nel Refettorio Ambrosiano, Mons. E. De Scalzi, per informare, illustrare e commentare il cammino delle parrocchie in questi ultimi 13 anni.

Sarebbero state utili più ore perché il tempo, protagonista del suo scorrere, di cambiamenti ne ha visti molti.

Positivi? Negativi? Sicuramente abbastanza difficoltosi, ma spesso sono proprio le difficoltà a costituire la via per raggiungere degli obiettivi. E trasformare le “palafitte” (rubo un termine usato dal Vescovo) in cose belle e razionali non è davvero cosa né facile, né semplice.

Hanno spiegato il relativo andamento economico alcuni parrocchiani competenti e volenterosi (i componenti del CAE: Consigli per gli Affari Economici di Goretti e di Greco) che di questo non facile compito si occupano, aiutando don Giuliano e don Stefano nei loro incarichi che, oltre a quelli spirituali, comprendono anche quelli pesanti e complicati di dover valutare un bene, monetizzandolo.

Il vescovo ha ascoltato con attenzione; ha dato il suo parere, consigliando iniziative realizzabili, utilizzando magari cortili e spazi a disposizione nelle due parrocchie.

Qualcosa si fa già e si continuerà a fare, anche se, ovviamente, i risultati sono relativi: infatti, per esempio, il cortile di S.Ambrogio per un evento è ben più ambito di un cortile di S. Martino o di S. Maria Goretti. Ma non importa camminare piano, l’importante è non fermarsi. E con questa ultima, forse un po’ presuntuosa osservazione, vogliamo ringraziare , Mons. E. De Scalzi per la sua presenza che è stata un ottimo e dovuto riconoscimento per quanto i nostri sacerdoti fanno e per quanto i parrocchiani si coinvolgono in modi diversi, anche con osservazioni che, se costruttive, sono utili, poiché tutto è importante e lascia di sé un segno indelebile.


CONDIVIDI!