Martedì 17 preghiera e digiuno
per la pace e la riconciliazione

News > Archivio > Appuntamenti > Martedì 17 preghiera e digiuno
per la pace e la riconciliazione
16 10 2023

Una giornata di digiuno,  astinenza e preghiera per implorare la pace e la riconciliazione. È l’appello lanciato dal cardinale Pierbattista Pizzaballa, Patriarca latino di Gerusalemme in un momento di grande dolore e forte preoccupazione per l’escalation di violenza in Medio Oriente.

L’invito è stato raccolto dalla presidenza della Cei che lo ha girato a tutte le comunità diocesane e la data scelta è quella di martedì 17 ottobre, in comunione con i cristiani di Terra Santa. Anche noi aderiamo all’iniziativa, insieme con le comunità della diocesi.

Nell’appello il cardinale Pizzaballa scrive che «il dolore e lo sgomento per quanto sta accadendo sono grandi. Ancora una volta ci ritroviamo nel mezzo di una crisi politica e militare. Siamo stati improvvisamente catapultati in un mare di violenza inaudita. L’odio, che purtroppo già sperimentiamo da troppo tempo, aumenterà ancora di più, e la spirale di violenza che ne consegue e creerà altra distruzione. Tutto sembra parlare di morte»,

«Ma in questo momento di dolore e di sgomento – prosegue – non vogliamo restare inermi. E non possiamo lasciare che la morte e i suoi pungiglioni (1Cor 15,55) siano la sola parola da udire. Per questo sentiamo il bisogno di pregare, di rivolgere il nostro cuore a Dio Padre. Solo così potremo attingere la forza e la serenità di vivere questo tempo, rivolgendoci a Lui, nella preghiera di intercessione, di implorazione, e anche di grido. 

A nome di tutti gli Ordinari di Terra Santa, invito tutte le parrocchie e comunità religiose ad una giornata di digiuno e di preghiera per la pace e la riconciliazione», aggiunge il neo-cardinale, «è questo il modo in cui ci ritroviamo tutti riuniti, nonostante tutto, e incontraci nella preghiera corale, per consegnare a Dio Padre la nostra sete di pace, di giustizia e di riconciliazione».


CONDIVIDI!