Fuoco e vetro al Refettorio
con il Teatro Officina

News > Archivio > Appuntamenti > Fuoco e vetro al Refettorio
con il Teatro Officina
23 11 2017

Sabato 25 novembre, alle ore 21, al Refettorio Ambrosiano di piazza Greco torna Massimo De Vita con il suo Teatro Officina per “Di fuoco e di vetro”, uno spettacolo teatrale che esplora a fondo il tema della fragilità umana.

Saranno portate sul palco tre testimonianze, frutto del lavoro sul campo che da ormai 45 anni caratterizza la compagnia milanese. La storia di Kalid e Simona, racchiusa nel libro Inciampi di vita” (ed. Zeta Service, 2016) di Beppe Stoppa, raccolta nel Dormitorio di Viale Ortles.

Poi l’esperienza di una donna comune, un’impiegata aziendale, e delle violenze subite da un marito che “la ama tanto” e infine il racconto di un homeless, escluso dal mondo circostante, a cui l’arte del lavorare il vetro ha dato una possibilità di rinascita.

Il tutto per dimostrare che la forza e il coraggio di cambiare possono permettere di superare le fragilità perché siamo come vetro ma possiamo anche diventare fuoco.

“Di fuoco e di vetro” uno spettacolo con: Massimo De Vita, Daniela Airoldi Bianchi, Francesco Arioli, Enzo Biscardi, Irene Quartana, Adriano Rizzo e Pietro Versario.

Ulteriori informazioni riguardanti il Teatro Officina e i loro progetti al sito internet www.teatroofficina.it.

La partecipazione all’incontro è a ingresso libero fino a esaurimento posti.

Per potersi iscrivere è necessario inviare una mail all’indirizzo iscrizioni@perilrefettorio.it o telefonare al numero 380 8922240 dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 19.

Clicca QUI per scaricare la locandina della serata


CONDIVIDI!