Noi e la Parola di Dio:
domande in attesa di risposta

News > Archivio > Approfondimenti > Noi e la Parola di Dio:
domande in attesa di risposta
23 01 2022

Provate a riascoltare l’omelia con la quale don Pino ha celebrato ieri, domenica 23 gennaio 2022, la “Domenica della Parola di Dio” istituita da papa Francesco  nel settembre 2019. È un tema, questo dell’importanza dell’ascolto della Parola di Dio, che don Pino ha raccolto con vigore e sul quale insiste con piena convinzione.

E così, eccoci per la terza volta a raccogliere l’invito del Papa alle Chiese.
Un anno fa, abbiamo predisposto una riflessione e una proposta piuttosto articolata (vedi Ramo di mandorlo del 24 gennaio 2021) in occasione di questo appuntamento.

Purtroppo, le vicende covid continuano a incidere sulla vita delle famiglie, sulla vita quotidiana e anche e proprio sulla vita delle nostre Comunità. Questa situazione ha reso più difficile l’attuazione delle proposte e ci portato a spostare (con vantaggi e svantaggi), on line, gli appuntamenti comunitari dedicati all’ ascolto della Parola.

La partecipazione all’Eucarestia domenicale, quarantene a parte, sta conoscendo, già da tempo, una fase di ripensamento e di crisi, soprattutto tra i ragazzi e nella fascia di età tra i 30 e 50 anni…
Portiamo con pazienza questo passaggio “complicato”, ma, al tempo stesso, siamo chiamati a riflettere sulle vicende e sui cambiamenti che come comunità cristiana stiamo attraversando.

La celebrazione della Domenica della Parola di Dio diventa così un momento favorevole per interrogarci sul nostro cammino di ascolto della Parola, in quanto Comunità, oltre che personalmente.

Nel Ramo di Mandorlo di questa settimana don Pino ci ha indirizzato una lettera aperta, invitandoci a riflettere e a meditare sul nostro modo di vivere questo rapporto, invitandoci anche a collaborare per una verifica sulle proposte fin qui offerte.

Ma vale la pena di ascoltare con molta attenzione gli inviti che ieri ha lanciato dall’ambone ai nonni, ai genitori e ai figli e nipoti presenti alla Messa delle 10.30. Sono parole che ci inducono a un profondo esame di coscienza. Provare per credere. 

Qui sotto c’è l’omelia. A questo indirizzo, invece, potete leggere (se avete perso il Ramo di Mandorlo) l’invito di don Pino alla verifica. Buona lettura e buona presa di coscienza.

 


CONDIVIDI!