Due appuntamenti per
camminare insieme all’Europa

News > Archivio > Approfondimenti > Due appuntamenti per
camminare insieme all’Europa
29 04 2019

Il 6 e il 9 maggio due occasioni per chiarirsi le idee in vista del voto del 26 maggio per il rinnovo del Parlamento europeo. Il primo è organizzato dal Servizio per la Pastorale Sociale e il Lavoro della Diocesi; il secondo vede la collaborazione delle Chiese cristiane di Milano, le Associazioni e i Movimenti ecclesiali.

“Quale futuro per l’Europa?” È l’interrogativo al quale tenteranno di dare una risposta i vari ospiti nei sette incontri organizzati uno per ogni zona pastorale della Diocesi. Si parte dalla prima zona pastorale, quella di Milano,  il 6 maggio alle opre 21 nel Teatro San Lorenzo alle Colonne in corso di Porta Ticinese, 45. Introdurrà l’argomento don Walter Magnoni, responsabile del Servizio per la Pastorale Sociale e il Lavoro e sarà ospite il giornalista Gianni Borsa che per l’agenzia Sir da Bruxelles si occupa di Unione Europea e di politiche comunitarie. 

L’Europa è una “casa comune”, una grande costruzione economica e politica avviata all’indomani dei due conflitti mondiali, realizzata nel corso dei decenni, che oggi attraversa una singolare crisi di identità. Che cosa resta del “sogno” dei padri fondatori della Comunità, oggi Unione europea?, si chiede  Gianni Borsa. Occorre ‒ è la sua tesi ‒ cercare un nuovo sogno e dar vita, gli europei tutti insieme, a un nuovo inizio. «C’è, al fondo ‒ scrive nel suo ultimo libro ‒, la costruzione di un “noi” che metta all’angolo l’individualismo e gli egoismi imperanti, il grande male che distrugge qualunque comunità umana: dalla famiglia alla città, fino alla nazione e all’ordine internazionale. Chi si chiude in sé, nella sua casa, resta solo, triste e sterile; e, solo, finisce di vivere».
Per il programma completo cliccare QUI

“Insieme per l’Europa” è invece il tema della serata del 9 maggio con ritrovo alle ore 18:00 in piazza Sant’Eustorgio e successivo corteo durante il quale l’Arcivescovo mons. Mario Delpini camminerà accanto ai ministri delle Chiese Cristiane e ai cittadini. Il corteo si concluderà sul sagrato della Basilica di S. Lorenzo.

Scopo della serata è quello di camminare insieme per fare visibilità all’impegno per costruire un’Europa fondata sulla solidarietà, sulla sussidiarietà , sulla costruzione del bene comune nel rispetto della cultura e dell’identità dei popoli e nazioni. Altri obiettivi la salvaguardia dei diritti umani, l’idea della fratellanza universale, rendendo attiva l’accoglienza nei confronti di chi chiede aiuto, e sostenere le ragioni che hanno consentito all’Europa di ricostruire un contesto socio-politico-economico pacifico e vivibile sulle macerie della seconda guerra mondiale.

QUI l’elenco delle chiese, associazioni e movimenti che partecipano alla manifestazione.


CONDIVIDI!