“Canterò per sempre
l’amore del Signore”

News > Archivio > Approfondimenti > “Canterò per sempre
l’amore del Signore”
24 10 2023

6 settembre 1998 – 6 settembre 2023

Sono le due date che circoscrivono i 25 anni di vita consacrata nell’Ordo Virginum di Giuseppina Capra, Giusy per tutti i fratelli della Comunità pastorale che sono grati al Signore per il dono della sua vocazione vissuta nella consacrazione.

Durante ls S. Messa di Domenica 22 ottobre nella quale abbiamo festeggiato i 13 anni di Comunità Pastorale, don Pino l’ha invitata a raccontarci come vive il suo camminare con il Signore e con la Chiesa s servizio dei fratelli.

Ecco cosa ci ha detto Giusy:

“In occasione di questa tappa di vita, desidero condividere alcuni passi tratti dall’omelia del card. Martini durante il Rito di consacrazione (6/9/1998): «…che cosa mi aspetto, come vescovo, da voi.
Mi aspetto semplicemente che siate fedeli alla vostra vocazione, e in concreto:

1) Che testimoniate l’amore totale ed esclusivo per Gesù mettendo l’Eucaristia al centro delle vostre giornate; dedicandovi all’ascolto quotidiano della Parola, alla lectio divina, alla Liturgia delle ore, alla preghiera interiore continua.

2) Mi aspetto che coltiviate il senso dell’appartenenza alla Chiesa, dell’amore alla Chiesa, avvertendo la responsabilità di dare esempio alla comunità diocesana col vivere la sapienza della croce, lo spirito delle beatitudini; che preghiate in nome della Chiesa intercedendo per le intenzioni del vescovo e del Papa; che camminiate in sintonia con i piani pastorali della diocesi, partecipando con scioltezza alla vita delle parrocchie; che possiate mostrare là dove vivete e lavorate quella unità di vita che nasce dall’amore a Cristo ed è più forte di ogni frammentazione e di ogni dispersione.

3) Mi aspetto che l’amore totale ed esclusivo per Gesù allarghi gli spazi del vostro cuore all’amore per tutte le creature, per tutti gli uomini e le donne della terra; che viviate l’etica dell’amore condividendo le sofferenze e le speranze della gente.

(…)

Come Maria magnifica le meraviglie di Dio Padre e canta le imprese che il Signore susciterà nella storia dei suoi figli, così anche voi, con l’aiuto della sua intercessione materna, potete sperare di essere le collaboratrici di Dio e della Sua gloria nel cuore dei nostri fratelli e sorelle in umanità»

Queste parole sono state e continuano ad essere per me un programma di vita. Ringrazio il Signore per la sua fedeltà nei miei confronti e per le tante persone che mi ha messo accanto e non mi stanco di cantare la sua misericordia ed il suo amore!

Giusy


CONDIVIDI!