26 maggio: perché
votare conviene

News > Archivio > Approfondimenti > 26 maggio: perché
votare conviene
28 03 2019

Le elezioni del 26 maggio per eleggere il nuovo Parlamento europeo non sono solo un modo per esercitare un diritto discendente dalla nostra appartenenza all’Unione Europea in qualità di cittadini europei, ma possono anche contribuire all’impegno della stessa Unione Europea per fare della finanza sostenibile uno dei fondamenti dello sviluppo economico e sociale,

Ne parla Alessandra Viscovi, coordinatrice del Master in finanza presso l’Alta scuola Impresa e Società dell’Università Cattolica, con un’approfondita riflessione pubblicata nel sito della Diocesi.

Ecco il testo:

“L’appuntamento elettorale si avvicina. Domenica 26 maggio saremo chiamati alle urne per eleggere i nostri rappresentanti al Parlamento europeo, l’unica istituzione europea i cui deputati sono eletti direttamente dai cittadini dei Paesi membri. 

Si tratta dunque di una magnifica occasione per esprimere la nostra cittadinanza europea. Sì, perché noi italiani, in quanto cittadini di un Paese membro dell’Unione europea (Ue), siamo anche cittadini europei. Abbiamo cioè alcuni diritti, come soggiornare e circolare liberamente nell’Ue, oppure partecipare attivamente alla vita politica dell’Unione e ancora presentare petizioni (al Parlamento) e reclami (al Mediatore europeo). 

L’esercizio della nostra cittadinanza europea non si esaurisce dunque con un voto. Anzi, si può dire che con il voto inizia.continua a leggere


CONDIVIDI!