Il Ramo di Mandorlo 36/2012

Ramo di Mandorlo > Il Ramo di Mandorlo 36/2012
17 11 2012

"L’Avvento è il tempo liturgico, caratterizzato dalla memoria viva dei grandi avvenimenti della salvezza che Dio ha posto nella storia dell’uomo. Questa dimensione, così fortemente segnata dalla relazione di Dio con l’uomo è la vera radice del tempo e ci avvolge fino ad illuminare e dare senso alle altre dimensioni del tempo. Perché ci mostra che Dio ci è vicino e che pertanto la nostra esistenza, il vivere i giorni e gli avvenimenti, non è impresa solitaria e soprattutto che ha uno scopo e un indirizzo".

Lo scrive mons. Gianni Zappa, Assistente generale dell'Azione Cattolica Ambrosiana, nella riflessione di apertura del Ramo di Mandorlo di questa settimana.

Ma non mancano gli avvisi per le altre celebrazioni, come l'Avvento predicato dall'Arcivescovo in Duomo (clicca QUI), e le iniziative: dal progetto di solidarietà e accoglienza proposto dal gruppo Missionario della Comunità in favore dei profughi siriani in Giordania, al concerto in ricordo di Fabrizio De André e al calendario delle visite alle famiglie per la preghiera natalizia, giunto alla terza settimana (clicca QUI)

Scarica questo numero

Consulta l'archivio


CONDIVIDI!