Il Ramo di Mandorlo n. 36/2015

Ramo di Mandorlo > Il Ramo di Mandorlo n. 36/2015
14 11 2015
Prima domenica di Avvento. Tempo di attesa, ma anche – come scrive don Giuliano nel messaggio che apre il Ramo di Mandorlo di questa settimana – “tempo in cui il desiderio del Regno dei cieli ritorni ad essere al centro dei nostri ideali, dei nostri progetti e finalmente della nostra vita»
 
«Il Signore – continua don Giuliano – è venuto in mezzo a noi, cioè si è fatto uno di noi, per farci conoscere la misericordia del Padre e per aprirci le porte del Regno. L’ultimo atto di Gesù sulla croce, secondo il Vangelo di Luca, è stato quello di dire al ladro, crocifisso accanto a lui: Oggi sarai con me in paradiso».
 
«Apriamo le porte a Cristo/Messia – conclude il nostro parroco – per diventare anche noi porta di pace, di amore, di gioia, di speranza, di coraggio, di solidarietà, di accoglienza. La vita dei discepoli di Gesù, cioè di coloro che credono che Cristo è morto e risorto, può essere porta aperta perché il Vangelo anche oggi trovi la gioia di essere seminato nella terra e portare frutto: questo dipende solo da te!».

CONDIVIDI!