2016 – Il Ramo di Mandorlo
n. 36 del 13 novembre

Ramo di Mandorlo > 2016 – Il Ramo di Mandorlo
n. 36 del 13 novembre
12 11 2016

Benvenuti nel tempo di Avvento. Si è chiuso ufficialmente l’anno liturgico 2015-2016 e si apre oggi, domenica 13 novembre, il nuovo anno 2016-2017. Si apre con il tempo dell’attesa del ritorno di Cristo.

La successione dei tempi liturgici – scrive il vicario episcopale mons. Luca Bressan – si rivela provvidenziale in questo momento storico: di fronte alle tante paure che generano emozioni e violenza in ognuno di noi – l’elenco delle fonti di questa paura e violenza si fa ormai lungo: dai profughi al terremoto; dalla guerra in Siria e in Iraq alla crudezza della campagna elettorale americana; dalla fragilità della nostra identità europea alle conseguenze di una crisi eco- nomica che sta rimodellando in perdita i nostri ritmi di vita – l’Avvento cristiano si rivela come un dono inaspettato da custodire gelosamente, per la sua capacità di indicarci lo stile corretto per abitare questo cambiamento d’epoca, come ci ricorda Papa Francesco.

“Accogliere e generare amore. L’Avvento – continua mons. Bressan –  ci racconta e ci ricorda proprio queste due azioni, questi due atteggiamenti. Sono gli atteggiamenti di Dio, innamorato perso di noi, dell’umanità; sono gli atteggiamenti di Maria, colei che con la sua fede ha consentito che il Figlio di Dio abitasse la nostra storia e ci rivelasse il volto di Dio come suo e nostro Padre”.

La riflessione  di Bressan la potete leggere in prima pagina del Ramo di Mandorlo, assieme al quale potrete ricevere anche un inserto  di quattro pagine nelle quali potete trovare tutte le attività e le iniziative organizzate dalla Comunità e/o dalla Diocesi per vivere con la massima intensità e partecipazione queste sei settimane che ci separano dal Natale.

Buona lettura.

Per scaricare l’ultimo numero del Ramo di Mandorlo cliccate QUI

Per scaricare la guida all’Avvento 2016, cliccate QUI

 


CONDIVIDI!