Scola: contro il terrorismo
rieducarci e rieducare

News > Archivio > Cronaca > Scola: contro il terrorismo
rieducarci e rieducare
19 08 2017

La barbara violenza che ha colpito a Barcellona la folla inerme dei turisti che passeggiava lungo le Ramblas ha scosso anche i lombardi e il cardinale Angelo Scola, interpretando il sentimento di tutta la Diocesi Ambrosiana, ha espresso il cordoglio per la morte del legnanese Bruno Gulotta e per tutte le vittime dell’attentato.

“Ancora una volta – scrive il cardinale – la barbara violenza del terrorismo estremista ha colpito gente inerme durante il tempo di un meritato riposo.

Ci addolorano la soppressione di tante vite umane e l’impressionante numero dei feriti. In modo acuto ci affligge la morte dei due italiani, specialmente del legnanese Bruno Gulotta che passeggiava nel centro di Barcellona con la coraggiosa consorte e i due figlioletti”.

“La prima reazione adeguata a una simile tragedia – continua il card. Scola – è la preghiera. Anche chi pensa di non credere può invocare il mistero entro il quale ogni vita conserva tutto il suo valore.

Nella preghiera per tutte le vittime ricordiamo i loro familiari, gli amici e i colleghi di lavoro così come il popolo spagnolo, ancora una volta duramente colpito. 

“Questa prima immediata risposta chiede però ad ognuno di noi di aprirci alla domanda: come far fronte a questa terribile prova, che non sembra destinata ad esaurirsi in breve tempo? Non possiamo fermarci all’indignazione e alla paura, pure ben comprensibili, ma destinate ad infragilirsi rapidamente.

Noi tutti, l’Europa in particolare, dobbiamo rimetterci al lavoro. Impegnarci con un senso adeguato della vita, rieducarci e rieducare i giovani ad un significato da perseguire nel quotidiano, ad una direzione di cammino capace di dare nuova solidità a quell’amicizia civica che sola permette di edificare una civiltà.

“Sconfiggeremo il terrorismo se la nostra risposta partirà dalle radici vitali dell’educazione, della cultura e della fede. Qui sta la nostra speranza. La Chiesa di Milano intende intensificare il proprio impegno in questa direzione”.


CONDIVIDI!