L’esortazione del vescovo Mario
alla “generazione senza”, la nostra

News > Archivio > Cronaca > L’esortazione del vescovo Mario
alla “generazione senza”, la nostra
11 03 2018

Nella città di Milano in cui non manca niente, abita una “generazione senza”. «Una generazione, come dicono, senza futuro, una città senza figli, un popolo senza gioia, una società senza Dio». Noi tutti sembriamo essere «il popolo delle lamentazioni», sia che se ne abbiamo le ragioni, sia che non vi siano motivazioni reali. E, poi, sotto lo stesso cielo abitano i discepoli del Signore spesso lamentosi «forse perché anche i cristiani si riconoscono nella “generazione senza”».

È l’Arcivescovo, mons. Delpini, a fare queste osservazioni, nella sua omelia nella basilica di Santo Stefano,  dove si stava concludendo la via Crucis diocesana per la città di Milano, venerdì 9 marzo.

Ma il Signore, continua l’Arcivescovo, nei momenti del dolore, della sua Passione e crocifissione, rivela «che si può fare a meno di tutti e di tutto, ma che la povertà più irrimediabile è quella che ha perso il rapporto con Dio, di chi non sa o non vuole pregare».

Leggete il servizio di Annamaria Braccini sul sito della Diocesi.

Qui sotto il video integrale dell’omelia di mons. Delpini


CONDIVIDI!