Delpini: “Siamo autorizzati
anche a pensare”

News > Diocesi > Delpini: “Siamo autorizzati
anche a pensare”
06 12 2018

È una precisa chiamata alla responsabilità, quella che l’Arcivescovo mons. Mario Delpini ha lanciato ieri dall’ambone di S. Ambrogio nel suo tradizionale Discorso alla Città. Ad ascoltarlo, in una basilica stracolma di fedeli, le autorità civili, militari e religiose assieme al mondo dell’economia.

Una chiamata sera peli sulla lingua: «Siamo autorizzati a pensare. È questa la sostanza della riflessione che mi permetto di offrire alla città in occasione della festa del patrono sant’Ambrogio. È questo il percorso promettente che mi dichiaro disponibile a continuare insieme con tutti coloro che abitano in città e ne desiderano il bene. Siamo autorizzati anche a pensare!» È l’esordio seguito da un testo denso, che entra nel vivo del dibattito pubblico di questi tempi, proponendo una lettura della società e del vivere civile che va in netta controtendenza rispetto alle paure, ai populismi, alle emotività.

Ve lo proponiamo, integrale, nel video in coda all’articolo. 

Utilissimo anche il riassunto commentato da Pino Nardi in questa pagina del sito della Diocesi.

Il testo integrale del Discorso, intitolato «Autorizzati a pensare. Visione e ragione per il bene comune», pubblicato dal Centro Ambrosiano (32 pagine, 2 euro), sarà disponibile e in vendita nelle librerie cattoliche nei prossimi giorni.


CONDIVIDI!