Vigilia di Natale a Greco
con ospiti, volontari e operatori

News > Carità > Vigilia di Natale a Greco
con ospiti, volontari e operatori
25 12 2017

(a cura di Lidia B.) Alla Messa delle 11,30 della vigilia di Natale a Greco la comunità, in attesa del Bambino, si è arricchita di volti nuovi e conosciuti: gli operatori caritas, i volontari e diversi ospiti del Refettorio Ambrosiano. L’altare è diventato la Mensa di tutti e a quella Mensa ognuno ha portato la propria vita e la propria storia. Il Signore ci ha chiamati ad essere protagonisti della sua storia e il Vangelo di Matteo, che racconta la genealogia di Gesù ci ricorda che anche noi siamo parte di questa genealogia.

Al termine della Messa una coppia di volontari del Refettorio Ambrosiano con gli operatori Caritas si sono presentati alla comunità ricordando che il Refettorio è un posto “vivo”, un posto dove la vita riprende e continua il cammino e non è solo la vita degli ospiti, ma anche quella dei volontari e degli operatori.

E poi tutti in piazza per condividere un panettone di 50 kg! Lo chef dello staff di Cracco si è prodigato perchè ognuno portasse a casa un pezzo di panettone da condividere il giorno di Natale con la propria famiglia perchè quel panettone sia un mezzo per comunicare a tutti la realtà del Refettorio Ambrosiano. Anche il vin brulèe ha contribuito a rallegrare la festa e a fare del sagrato della chiesa di san Martino il luogo dell’incontro e della condivisione.

 

Il Refettorio Ambrosiano vive da quasi tre anni nella nostra comunità (a cura di Laura e Marco)

Vive, perchè il Refettorio non è solo un luogo fisico e un edificio storico di Greco, ma è soprattutto un insieme di persone, un intreccio di percorsi, un continuo susseguirsi di proposte che ci stimolano ad abbracciare la carità e il servizio nella nostra vita quotidiana.

Vive, insieme alla comunità, e unisce gli ospiti dei rifugi della nostra zona che lo frequentano ogni sera, gli oltre 100 volontari che nel corso dei mesi si sono messi a disposizione per un aiuto, gli operatori di Caritas che giornalmente sono presenti in accoglienza, cucina e dietro le quinte, gli attivi collaboratori dell’Associazione del Refettorio, che organizzano serate e incontri culturali.

Il Refettorio ci invita a fare esperienza di Accoglienza, ci predispone all’ascolto, all’apertura e all’accoglienza dell’altro, di tutte le persone che incontriamo nel nostro cammino di vita;  il Refettorio diventa esperienza viva di Condivisione. E’ la messa in comune del nostro tempo, delle nostre fatiche ed energie, del cibo, delle parole e degli sguardi nel momento del servizio.

Il Refettorio è un’esperienza di condivisione  su diversi piani – condivisione con la comunità pastorale, in un luogo di incontro, meditazione, cultura; condivisione dell’esperienza del dare e ricevere con gli amici volontari; nel nostro caso, anche condivisione di un percorso di coppia, in una dimensione che non toglie tempo o occasioni alla famiglia, ma al contrario lo rende arricchisce di momenti unici e di senso.

Ecco perchè, nel tempo del Natale, con un Dio che viene e chiede di essere ascoltato e accolto, Il Refettorio Ambrosiano non è solo una realtà della nostra comunità, ma un simbolo vivo della presenza e dell’opera del Signore.      


CONDIVIDI!