È morto Dionigi Tettamanzi
l’Arcivescovo degli “ultimi”

News > Archivio > Cronaca > È morto Dionigi Tettamanzi
l’Arcivescovo degli “ultimi”
05 08 2017

È morto il cardinale Dionigi Tettamanzi. L’arcivescovo emerito di Milano, malato da tempo, si è spento questa mattina (sabato 5 agosto) nella Villa Sacro Cuore di Triuggio, dove domani pomeriggio (domenica 6) verrà allestita la camera ardente. Quindi lunedì alle 16 nuova camera ardente in Duomo e martedì, alle 11, i funerali, sempre in cattedrale. Al termine della celebrazione verrà sepolto sul lato destro della cattedrale, ai piedi dell’altare Virgo Potens dove è presente anche l’urna del beato cardinale Schuster.

Arcivescovo di Milano dal 2002 al 2011, il cardinale Tettamanzi aveva 83 anni e da tempo era affetto da una grave malattia. Proprio venerdì il cardinale Angelo Scola e il neo eletto arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini, avevano diffuso una nota per spiegare che le condizioni di Tettamanzi si erano «particolarmente aggravate» e per invitare la comunità diocesana a pregare per lui.

Nel succedere al card. Martini nel 2002 – ricorda Marco Garzonio sul Corriere della Sera“Dionigi Tettamanzi ha puntato su un binomio: che Milano fosse cantiere di socialità e possedesse un’anima. In perfetto stile ambrosiano aveva un’idea del Cristianesimo ispirata al Vangelo delle Beatitudini, all’annuncio fatto per poveri e afflitti, per la giustizia e la pace. La Chiesa per lui doveva spendersi affinché quelle parole divenissero vita effettiva nella città: per cambiarla nei cuori delle persone e nel governo della cosa pubblica. Altrimenti, disse, i cattolici sarebbero diventati «ininfluenti» e «superflui»”.

Sul sito della Diocesi un ampio servizio con i commenti e gli interventi e col ricordo di papa Francesco, del card. Scola, di mons. Delpini e di tutta la comunità ambrosiana e un video sui 9 anni di episcopato ambrosiano del card. Tettamanzi.


CONDIVIDI!