Come i giovani vogliono
la Milano fra 20 anni

News > Archivio > Cronaca > Come i giovani vogliono
la Milano fra 20 anni
04 10 2017

Presentati (e festeggiati) i vincitori del concorso cinematografico “Il futuro di Milano” promosso dalla Fondazione Ente dello spettacolo – presieduta da mons. Davide Milani, responsabile della Comunicazione della Diocesi Ambrosiana – assieme al Comune di Milano e a China Investment. Ne abbiamo parlato qualche giorno fa presentando i primi tre classificati (clicca QUI).

Adesso possiamo tirare un po’ le somme per capire come, in  generale, i giovani oggi vedono la Milano dei loro sogni, quella del 2037, tra vent’anni.

La domanda che era stata loro posta è rappresentata da questo video, che contiene anche un passaggio sul Refettorio Ambrosiano.

La risposta la possiamo ricavare – oltre che dai tre filmati vincitori –  da un video finale, “Il futuro di Milano” realizzato con i migliori corti selezionati tra tutte le opere inviate nell’ambito del concorso: l’attrice e regista Maria Grazia Cucinotta ha supervisionato la regia e Paco Capaldi il montaggio del video finale, regia di Michele Cardano. Eccolo:

Quello che ne esce è la speranza di una città aperta che porta tutti i segni del passato, dove si vive senza guardare ai colori della pelle. Un futuro che è visto come qualcosa di già presente: i nuovi palazzi, le innovazioni tecnologiche, i servizi che la città già offre a cittadini di tutto il mondo. Una città cosmopolita che punta alla sostenibilità ecologica e con tutti i nuovi servizi ideati a sostegno della sua vivibilità. Una smart-city che non dimentica di essere anche una social-city. Una Milano, alla fin fine, che è già qui, solo con un maggiore impegno a favore dell’ambiente e dell’integrazione.

Come ha osservato mons. Luca Bressan, vicario episcopale per la Cultura e la Carità della nostra Diocesi, nel complesso dei filmati emerge tutta la capacità d’incontro dei giovani, i quali suggeriscono che Milano può diventare una città del sogno, dove il sogno diventa il motore capace di combattere le contraddizioni del nostro presente.


CONDIVIDI!