Appuntamento quotidiano
con il Rosario a Goretti

News > Archivio > Appuntamenti > Appuntamento quotidiano
con il Rosario a Goretti
30 08 2018

(a cura di AnnaMaria)
Dal lunedì al venerdì alle ore 18
. È l’appuntamento quotidiano con la recita del S. Rosario organizzato a Santa Maria Goretti da un gruppo di parrocchiani e aperto a tutti i fedeli della Comunità pastorale. 

Dopo la sospensione estiva, la tradizione adesso riprende con rinnovato vigore. Si tratta di una occasione (che sta tra l’altro incontrando un crescente favore nel quartiere) di ritagliarsi nella giornata una pausa per sedersi davanti all’altare e immergersi nella contemplazione di Gesù attraverso Maria.

Il Rosario è preghiera estatica e contemplativa di Gesù. Contemplare Gesù. Tutt’altro che semplice godimento estetico. Contemplare il Signore Gesù è immergersi in lui. Fare nostra la sua esistenza, il suo insondabile mistero di vita e d’amore. Esserne impregnati. Il Rosario allora diventa preghiera spiccatamente contemplativa. Preghiera che si alimenta ai misteri della vita di Gesù e nello stesso tempo chiede un aiuto, una intercessione alla Madre sua, Maria. Chiede a lei di raccontarci tutti i “ricordi” di lui che sono impressi nel suo cuore di Madre.
Conosciamo la povertà della nostra esistenza, la pigrizia nell’accogliere il progetto di Dio su di noi, le distrazioni e gli interessi che depistano le nostre giornate da Cristo. Maria, con la preghiera del Rosario, ci richiama all’essenziale: “Fate quello che vi dirà” (Gv 2,5).

«La preghiera del Rosario, ha detto papa Giovanni Paolo II, è uno strumento, una via concreta – personale e della famiglia – per vivere con Gesù, per “rimanere” con lui e la Madre sua in serena compagnia e amicizia. La sua lettera apostolica “Rosarium Virginis Mariae” pubblicata nel 2002 è un documento di fondamentale importanza nel culto mariano. È la fondazione teologica della preghiera a Maria in generale e, per lo specifico del documento, del Rosario. 

«Nella sobrietà dei suoi elementi – scrive papa Giovanni Paolo II – il Rosario concentra in sé la profondità dell’intero messaggio evangelico. Con esso il popolo cristiano si mette alla scuola di Maria, per lasciarsi introdurre alla contemplazione della bellezza del volto di Cristo e all’esperienza della profondità del suo amore.


CONDIVIDI!