Falso che gli immigrati
delinquano di più. Vero il contrario

News > Archivio > Approfondimenti > Falso che gli immigrati
delinquano di più. Vero il contrario
31 07 2018

Gli immigrati delinquono di più? Falso. Una delle convinzioni che vanno per la maggiore è che gli extracomunitari hanno una maggiore propensione al crimine. Peccato che non sia vero. In realtà è esattamente il contrario. 

Lo svela e lo sottolinea Stefano Pasta, giornalista milanese (praticamente grechese), impegnato nella Comunità di Sant’Egidio. Sul sito di Famiglia Cristiana ha recentemente pubblicato un servizio su questo tema, mettendo in risalto come la percezione dei problemi sia a volte molto lontana dalla realtà e come citare dei dati fuori dal contesto in cui vengono rilevati trasformi le informazioni un “bufale”, vere e proprie fake news.

Scrive Stefano Pasta:

Tempo fa Il Giornale pubblicava un pezzo carico di enfasi («Tenetevi forte» era l’ incipit) per affermare che «i migranti delinquono di più». Come spesso accade quando si parla di immigrazione, si affrontava un tema complesso in modo troppo semplificatorio.

Nel testo viene citato uno studio della Fondazione Hume curato dal sociologo Luca Ricolfi, ma i dati – senza contesto – possono avere significati diversi. Per esempio: «Dal 2006 al 2015 gli immigrati imputati sono cresciuti del 22%». Ma nello stesso periodo il numero di residenti stranieri è cresciuto molto di più: da 2,7 a 5 milioni, ovvero dell’ 88%. Ancora, parlando dell’ aumento delle violenze sessuali dal triennio 1995-1997 al 2013-15, «il boom è degli imputati immigrati – riporta il quotidiano – che sono passati da 317 a 1050», ovvero sono triplicati; ebbene, dal 1995 al 2015 i residenti stranieri sono cresciuti di circa sette volte, passando da meno di 700 mila a 5 milioni. Ecco allora che il trend storico rivela una conclusione molto diversa dall’ articolo: l’ incidenza degli imputati stranieri sul totale dei residenti stranieri è andata diminuendo nel tempo. (Continua a leggere…)

A conferma dello studio di Stefano Pasta, vi proponiamo anche un articolo apparso il 10 luglio scorso sul Sole24Ore sulle distorsioni tra percezioni e realtà che ci portano troppo spesso a prendere decisioni sballate.


CONDIVIDI!